il Giappone in Italia


Guanciale d'erda (Soseki Natsume)

Guanciale d'erda (Soseki Natsume)

Un giovane artista, pittore e poeta, si avventura per un ameno sentiero di montagna di un piccolo villaggio giapponese. 
Lungo il cammino, in un'atmosfera incantata, incontra viandanti solitari, contadini, paesani, nobili a cavallo e ogni specie d'umanità, finché, sorpreso della pioggia, si rifugia in una piccola casa da tè tra i monti. 
Qui, dalla dolce voce della vecchia tenutaria, apprende la storia della fanciulla di Nakoi, che ebbe la sfortuna di essere desiderata da due uomini e di andare in sposa a quello che lei non amava. Il giorno in cui partì, il suo cavallo si arrestò sotto il ciliegio davanti alla casa del tè e dei fiori caddero come macchie sul suo candido vestito. 

(Mary Harriet

Guanciale d'erba di Natsume Soseki: la storia parla di un giovane artista che decide di intraprendere un viaggio. Lungo il sentiero montano viene sorpreso dalla pioggia, così decide di rifugiarsi in una piccola casa da tè,dove una vecchia gli narra la storia della bella Naoki che viene desiderata da due uomini, ma alla fine viene data in sposa a quello che non amava. Quando la pioggia si arrestò, il viandante decise di riprendere il suo cammino, ma ad un tratto il suo cavallo si arrestò sotto il ciliegio vicino alla casa da te e dei fiori disakura gli caddero addosso… Il guanciale d'erba rappresenta un po' il bagaglio del viaggiatore che peregrinando viene a contatto con realtà differenti. Sicuramente si tratta di un libro profondo, che riprende molto la filosofia zen.  

(Valentina Panicali)