il Giappone in Italia


Fujigoko

Questa regione dei 5 laghi si trova alla base del monte Fuji.

Ci sono stato nel 2009 ed è un posto ideale per chi ama l'escursionismo, la pesca, il campeggio, e godere di un panorama unico.

Il Fuji-Q Highland (9-17, fino alle 18 nei weekends e durante le festività, chiuso alcuni giorni in maniera irregolare, 1.400 yen per entrare + costo attrazioni o 5.200 yen comprensivo di corse sulle giostre illimitate) è un bellissimo luna park, con una montagna russa che è tra le più grandi al mondo e moltissime altre attrazioni.

E' anche un parco tematico dedicato a Gundam, Evangelion ed altri anime.

Molte attrazioni per bambini in particolare e la Thomas Land ispirata da una serie di libri per bambini e un programma TV inglese.

Indirizzo: 5-6-1 Shinnishihara, Fujiyoshida, Yamanashi 403-0017, Giappone (mappa)

Tel. +81 555-23-2111 (sito)

E' ricompreso all'interno del luna park anche il Fujiyama Museum (10-17, fino alle 20:30 il sabato, 9-20:30 domenica e festivi, chiusura programmata, informarsi prima, 1.000 yen), con molti dipinti ed illustrazioni del monte Fuji.

Vicino al parco giochi c'è anche il Fujiyama Onsen (7-9/10-23, entrata fino ad un'ora prima della chiusura, sempre aperto, 620 yen al mattino, 1.250 yen tutto il giorno, 1.55o festivi e weekend), con bagni divisi per sesso.

Il Kubota Museum (9:30-17:30, 10-16:30 dicembre-marzo, chiuso il mercoledi da dicembre a marzo e 26-28/31, 1.300 yen) è dedicato a Kubota Icchiku (1917-2003) e alle sue stoffe lavorate.

Ci sono poi da visitare delle cave create nel tempo dalle eruzioni del Fuji.

In particolare: la Cava del Ghiaccio (9-17, orario più corto in inverno e più lungo in estate, sempre aperta, 290 yen), così chiamata per la sua temperatura molto bassa che permetteva di conservare il ghiaccio per i periodi caldi in passato, la Cava del Vento (stessi orari e prezzi della precedente) che per la sua temperatura ottimale era utilizzata per conservare gli alimenti, e la Cava dei Pipistrelli (9-17, chiusa dal 1° dicembre al 19 marzo, 300 yen), lunga circa 350 metri, la più lunga delle tre.

Ci sono poi molto onsen da poter visitare, come il Fujiyama onsen (vedi sopra) o il Benifuji no Yu (10-21, dalle 6 nei weekend e nei periodi di ferie estive), con meravigliosa vista del monte Fuji o ancora lo Yurari (10-22, sempre aperto, 1.200 yen), con bagni interni ed esterni e cista del Fuji.

Oshi no Hakkai è una località che conta ben 8 stagni (da qui il nome).

E' anche possibile per i turisti bere acqua fresca direttamente dalle fonti.

Si trova tra i laghi Kawaguchiko e Yamanakako.

Trovete anche un mueso a cielo aperto, l'Hannoki Bayashi Shiryokan (9-17, sempre aperto, 300 yen), con molte case tradizionali ed oggetti del periodo dei samurai.

Un modo per ammirare l'area è quello di prendere la funivia Kachi Kachi, che scende per 400 metri dal lago Kawaguchiko ad un osservatorio vicino alla cima del monte Tenjo.

Dall'osservatorio, situato a circa 1.000 metri sul livello del mare si può ammirare il monte Fuji e tutta la zona intorno.

La funivia opera dalle 9 alle 17 (9:30-16:40 da dicembre a febbraio), tutti i giorni e costa 410 solo andata e 720 A/R.

Il Sengen Shrine è dedicato alla principessa Konohanasakuya, divinità scintoista.

In realtà di templi con questo nome ce ne sono non uno ma più di mille in tutto il Giappone.

Il Kitaguchi Hongū Fuji Sengen Jinja è il santuario-capo.

Il tempio si trova in una foresta e la sua sala principale è del 1615.

La pagoda Chureito è una pagoda a 5 piani ricompresa all'interno del tempio Arakura Sengen Shrine, costruito nel 1963.

Bellissimo lo spettacolo specie durante l'hanami con vista sul monte Fuji.

Iyashi no Sato (9-17, 9:30-16:30 dicembre-marzo, chiuso il mercoledi da dicembre a febbraio, 350 yen) è un villaggio che andò completamente distrutto a causa di un tifone nel 1966.

40 anni dopo è stato ricostruito e reso un museo a cielo aperto, per mostrare gli edifici ed il modo di vivere di un tempo.

Troverete molti negozi che vendono prodotti tipici della zona e souvenirs.

E passiamo ai laghi. Ecco l'elenco dei laghi da vedere in zona.

Cominciamo con il Kawaguchiko (ko = lago).

E' il più facilmente raggiungibile dei 5.

Intorno, oltre al Kubota Icchiku Museum, alla funivia Kachi Kachi e al Kawaguchiko Music Museum, troviamo lo Yamanashi Gem Museum (9-17:30, 9:30-17 novembre-febbraio, chiuso mercoledi e a fine anno, 600 yen), che espone molte gemme e pietre preziose, il Kawaguchiko Museum of Art (9:30-17, chiuso martedi e a fine anno, 800 yen), con opere giapponesi ed estere e immagini del onte Fuji, e l'Herb Hall (9-18, fino alle 17:30 da novembre a marzo, sempre aperto e gratuito), con un giardino con molte piante da conoscere.

Nella mappa vedete indicato un hotel-onsen, come ce ne sono molti altri in zona.

Alcuni purtroppo non hanno la vista del monte Fuji dai bagni mentre altri si ed è naturalmente meglio accertarsi che ce l'abbiano per vivere un'esperienza unica rilassandosi e godendo del panorama.

Il lago Yamanakako è il più grande dei 5.

E' molto gettonato per l'escursionismo, le gite in barca, la pesca e molte altre attività all'aperto.

Anche in questa zona troverete moltissime attrazioni e molti onsen.

Il Saiko è circondato da foreste e aree per il campeggio, ed anch'esso è ottimo per svolgere attività all'aperto.

La zona ricomprende le 3 cave di cui sopra, l'onsen Yurari, l'Iyashi no Sato e il Koyodai (8:30-17, dalle 7 da fine ottobre a novembre, sempre aperto, 150 yen), molto noto per i suoi colori d'autunno e il suo punto d'osservazione. Si raggiunge a piedi camminando per circa 30 minuti dalla fermata dell'autobus più vicina o in macchina.

Lo Shojiko si trova tra il lago Saiko ed il Motosuko.

E' il più piccolo dei 5. 

Un tempo c'era solo un lago, poi divisosi in 3 parti a seguito delle eruzioni del monte Fuji.

Infine il lago Motosuko, famoso perchè appare sul retro della banconota da 1.000 yen.

Non è semplice da raggiungere.

La cosa migliore è recarsi in macchina.

GUARDA VIDEO

Molto importante nell'area è il Fuji Shibazakura Matsuri che si tiene quest'anno (2014) dal 19 aprile al 1° giugno (8-17, tutti i giorni, 520 yen), con una bellissima esposizione di campi pieni di fiori coloratissimi (vedi foto sopra).

Da provare il piatto tipico dell'area, l'Hoto noodles, con spaghettini tipo udon ma più sottili, generalmente in brodo di soia con zucca e altre verdure stagionali.

—————

Indietro