il Giappone in Italia


Il cane umano

Il cane umano

Il cane umano o jinmenken è una leggenda legata a un cane dal volto umano.

Si dice che i jinkenmen si possano vedere di notte in alcune zone delle città in Giappone.

Le storie su di essi sono moltelplici. In una si racconta di un cuoco che trovò un cane con la testa d'uomo rovistare tra i rifiuti del risotrante, che quando lo vide gli disse "lasciami in pace".

In un'altra un uomo stava guidando la macchina in autostrada quando vide un cane dallo specchietto retrovisore, che inseguiva la macchina.

Lui accelerò ma il cane continuava ad avvicinarsi, finchè notò che la testa era quella di un uomo e lo sentì dire "non guardarmi". L'uomo terrorizzato andò a sbattere perdendo la vita.

Si dice che questi esseri siano la causa di molti disastri e incidenti.

Il massimo dell'isteria collettiva in Giappone, legata a questa leggenda, si ebbe tra il 1989 e il 1990.

Le chiamate alla polizia per denunciare avvistamenti di jinkenmen e incidenti causati da essi furono così numerose che la polizia indagò veramente sulla possibile esistenza di tali esseri.

Alcune persone pensano che i cani dal volto umano siano spiriti delle vittime della strada, reincarnate appunto in cani.

Altri ritengono che siano demoni con sembianze di cani. 

Altri ancora ritengono che i jinkenmen siano il risultato di esperimenti di laboratorio tenuti segreti, poi scappati dai laboratori stessi.