il Giappone in Italia


La leggenda di "Testa di mucca"

La leggenda di "Testa di mucca"

Questa si dice sia la storia più spaventosa mai raccontata, che ha le sue radici nel 17° secolo.

L'origine esatta è però del tutto sconosciuta.

Ci sono accenni di tale leggenda sin da quei tempi lontanti e quello che si sa è che è una storia che parla della testa di una mucca e che è troppo orribile per essere raccontata.

Si dice che chi ascolta quella storia rimane terrorizzato per giorni e poi muore per la paura stessa.

Si narra ancora che i testi su cui era scritta tale leggenda sono tutti stati bruciati negli anni e che oggi ne rimangano solo poche copie ma che sono state divise in parti e sparse per il Giappone, in maniera tale che si possono trovare solo degli stralci del racconto, non tutto il racconto intero.

Purtroppo pare che chi ha letto la leggenda sia morto a causa dello scritto e quindi se ne sa in generale poco sulla trama della stessa.

Si narra anche che recentemente un insegnante durante una gita, decise come sempre faceva di raccontare una storia di fantasmi, ma questa volta cominciò a raccontare la storia della testa di mucca, della quale era riuscito a venire in possesso di alcune parti di un libro.

Dopo un pò alcuni bambini hanno cominciato a piangere ed altri a strillare, implorando di smettere, ma i suoi occhi sono diventati completamente bianchi e ha proseguito nella lettura, guidato da una forza oscura.

Quando finì il racconto, l'insegnante tornò in se, ma il bus con la scolaresca finì in un fosso. Gli studenti svennero e cominciarono a perdere schiuma dalla bocca, tremando e sudando.

Non è chiaro cosa accadde dopo, si sa solo che l'insegnante non lesse mai più quella storia.

Questa leggenda non è così comune, e si trovano pochi riferimenti. Pare che l'inizio della storia sia questo: In un luogo disperso nel nulla, si trova un piccolo villaggio, con degli archeologi che stanno scavando alla ricerca di qualche indizio che li porti a capire il perchè non ci sia nessun abitante nel villaggio. Trovarono uno scheletro umano con testa di mucca.

Scoprirono che in passato vi fu una carestia.

La storia quindi riporta a quei tempi di carestia. Tutti erano affamati nel villaggio. Mangiarono tutte le mucche e tutti i cavalli, passando poi a mangiare animali domestici: cani, gatti, ecc.

In seguito non c'era proprio più nulla da mangiare e la gente cominciò a morire di fame.

Un giorno uno strano essere si presentò al villaggio. Aveva la testa di una mucca e il corpo di un uomo.

Gli abitanti del villaggio, affamati, lo attaccarono, lo uccisero, lo fecero a pezzi e se lo mangiarono.

Del seguito se ne sa poco, o forse...non si vuole raccontare.